Menu

 

 

 

Cart

Marzo 2021 - SAIPRAKASHANA.COM/IT

Q&R80

D Come possiamo essere certi di servirti in ogni momento?

R Swami:Chi sono io? Non sono diverso da chi vi circonda: la vostra famiglia, gli amici, il gruppo dei devoti, i vostri colleghi di lavoro, le persone che conoscete e anche quelle che non conoscete. Io sono anche te. Servi tutti e servirai me. Quando rendete omaggio a qualcuno, l'omaggio giungerà a Dio, se ridicolizzate qualcuno, l'offesa giungerà a Dio. Qualsiasi opportunità di aiutare e servire chiunque e ovunque è una opportunità per servire me. A casa vostra, se aiutate vostra madre quando si sente stanca non state aiutando vostra madre, state aiutando me. Una volta Dio disse ad un ciabattino: " domani verrò a casa tua tre volte, aspettami per favore". Il ciabattino attese con trepidazione, ma alla fine della giornata Egli non si era presentato. Aveva preparato del cibo per Dio ma aveva dovuto darlo ad un mendicante, aveva tenuto dei vestiti per Dio, ma aveva dovuto regalarli ad una donna che tremava di freddo, aveva delle medicine ma le aveva consegnate ad una persona malata seduta fuori. Giunse la fine della giornata ma Dio non era ancora apparso. Era molto triste e si lamentò: "per tutta la giornata ho sentito il desiderio di servirti, ma non ti sei presentato? Che cosa significa?". Dio rispose:" certo che mi sono presentato! Sono venuto nei panni dell'afffamato che hai nutrito, sono venuto nella donna infreddolita che hai vestito, sono venuto nei panni del malato che hai curato con le medicine. Non sono venuto una volta ma tre". Questa è la verità della vita: chinque serviate, servite me, chiunqe amiate amate me. Vedetemi in ogni persona e mi incontrerete ovunque. Le opportunità non arriveranno in un giorno speciale o ad un ora particolare: ogni momento è una opportunità, coglietela e usatela bene. Questo è l'unico modo per liberarvi del vostro ego e dell'egoismo. Come la fuliggine nasconde la fiamma presente nella lampada, il vostro egoismo non permette alla mia luce di splendere attraverso di voi. Pulite la fuliggine con il servizio altruistico e conoscerete la luce che è sempre stata al vostro interno. Essa non rende luminosi soltanto voi ma anche tutto ciò che vi circonda. Siete già divini! Tramite il servizio, potete liberarvi della vostra dimensione umana e sviluppare la vostra divinità. Siete già divini e avete la possibilità di servire: dipende da voi coglierla al volo e usarla bene.


DA UVACHA VOLUME IX DISCORSO DIVINO DEL 20 APRILE 2015 ROMA - ITALIA

Leggi tutto...

Q&R79

D E' possibile aiutare gli altri senza il rischio di essere usati?

R Swami:Quando compite qualsiasi tipo di servizio ci sono due cose che dovete considerare. La prima è questa: la persona che servite merita il vostro servizio? In secondo luogo, soprattutto, voi meritate di servirla? Per la maggior parte del tempo vi chiedete se gli altri meritano il vostro aiuto, ma raramente vi chiedete se, tanto per cominciare, voi meritate di aiutare gli altri. Ciò che io vi chiedo oggi è se voi meritate di fare servizio. Il servizio compiuto con le aspettative non è altruista. Quando aiutate qualcuno perchè ve lo detta il cuore non dovete voltarvi indietro per vedere i risultati di ciò che avete fatto; quei fatti non vi appartengono più e non c'è ragione di rivendicare o giudicare ciò che è stato fatto con il vostro dono. Qualche volta fate servizio perchè ve lo dice la mente: per esempio, alcune volte desiderate essere riconosciuti come persone buone o volete sentire gli altri dire cose positive su di voi, altre volte volete che gli altri vi vedano fare servizio. Tutto questo conduce ad un servizio sbagliato. Il vero servizio viene offerto senza fanfara. La mano sinistra non deve sapere ciò che fa la mano destra: solo così il servizio viene veramente dal cuore. Ecco, quando ciò accade, meritate di servire e troverete la persona che merita di essere servita. Quando in voi manca la motivazione corretta, le persone che servite possono approffittare della vostra buona natura. Una volta, mentre stava facendo il bagno in un fiume, un saggio vide uno scorpione che stava annegando nell'acqua e lottava per sopravvivere. Mosso da compassione, il saggio lo trasse dall'acqua e lo mise sul palmo della mano. Fu immediatamente punto. Uno dei suoi discepoli gli chiese: " perchè hai voluto salvare una creatura che poi ti ha punto?. Dovete ricordare ciò che rispose il saggio: " la natura dello scorpione è di pungere ma la mia natura è di aiutare. Che lui segua il suo dharma e che io segua il mio. Io provo la gioia di salvare lo scorpione e posso sopportare il dolore della sua puntura. Ho salvato lo scorpione per alleviare il mio dolore". Questo è vero amore e vero servizio.


DA UVACHA VOLUME IX DISCORSO DIVINO DEL 20 APRILE 2015 ROMA - ITALIA

Leggi tutto...

Q&R78

D Desidero diventare uno strumento vuoto. Cosa devo fare affinchè l'amore fluisca attraverso di me?

R Swami:In una cisterna piena d'acqua è sufficiente un piccolo rubinetto per arrestare il deflusso. Se il rubinetto è aperto, l'acqua scorre via, se è chiuso, non può uscire. Il vostro cuore è come una cisterna divina, piena d'amore anzichè d'acqua, ma la vostra mente è il rubinetto che non permette all'amore di scorrere. La mente pensa di dover tenere tutto per se: ha paura di lasciar andare qualcosa, perchè teme di non averne abbastanza. L'amore non dovrebbe restare semplice amore, dovrebbe esprimersi come servizio, ma la mente non vuole che lo condividiate. Superate questa paura! Appena avrete fede a sufficienza, la paura se ne andrà e il mio amore potrà fluire attraverso di voi. Nulla avviene se non per mia volontà, quindi, accetta tutto ciò che accade nella tua vita e vivi secondo la mia volontà. Se tutto avviene secondo la mia volontà, che bisogno c'è di aver paura? Sii coraggioso e potrai essere di grande aiuto agli altri.


DA UVACHA VOLUME VIII DISCORSO DIVINO DEL 15 APRILE 2015 TORINO - ITALIA

Leggi tutto...

Estratti dai Discorsi Divini26

DA UVACHA VOLUME VIII DISCORSO DIVINO DEL 26 MARZO 2015 A MUDDENAHALLI

(L'oceano del Samsara, il ciclo infinito di nascita e morte, non può essere attraversato con le penitenze, con i pellegrinaggi, con lo studio delle scritture o mediante le pratiche spirituali. Può essere superato soltanto con il servizio ai buoni e ai giusti).

Che cosa è la Seva (servizio)? Ogni azione può essere Seva. Quando pensate di esserne voi gli artefici e di compierla per voi stessi, allora resta semplicemente una azione, ma quando fate ogni cosa per amore di Dio, quella azione si trasforma in Karma Yoga (unione con il divino attraverso l'azione disinteressata) che diventa Seva. Molte persone non fanno che proclamare agli altri di essere impegnati nel servizio e si riempono la bocca di 'io' e 'mio'. Non si tratta soltanto di affermarlo, voi dovete farlo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Audiolibro Sai Uvacha Vol.2


SCARICA GRATUITAMENTE IL FILE AUDIO .WMA

(file compresso .zip 214Mb.)

Audiolibro Sai Uvacha Vol.1


SCARICA GRATUITAMENTE IL FILE AUDIO .MP3

(file compresso .zip 720Mb.)

New Official Website Links

Log In or Register